Muffa sulle pareti: come eliminarla

Edifici sempre più sigillati, presenza di ponti termici, alta umidità interna sono tra le principali cause della formazione di muffa sulle pareti delle nostre abitazioni. Eliminiamo la muffa in pochi semplici passaggi.

1. Identificare la causa della proliferazione della muffa

termografia

Esistono diversi fattori che portano alla formazione di muffa sulle pareti;
possiamo avere difetti costruttivi, come ponti termici, o fattori ambientali e climatici come umidità, esposizione, vento o ancora l’uso di materiali sbagliati.
Molto spesso comunque, un non idoneo isolamento termico ne è il fattore principale di proliferazione.

 


termografia2

Con la termografia IR possiamo identificare eventuali ponti termici (zone in cui l’isolamento delle pareti è scarso) ed individuare l’intervento più appropriato. Uno scarso isolamento abbinato con un insufficiente ricambio d’aria o cattive abitudini, come stendere i panni in casa, è garanzia di formazione di muffe sulle nostre pareti.

 

 

 

2. Bonifica delle muffe con un biocida ad ampio spettro

Una volta che la muffa si è formata, la prima cosa che dobbiamo fare è eliminarla!

applicazione biocida muffa

In commercio di può trovare una grande quantità di prodotti per la bonifica delle pareti, l’importante è che siano biocidi ad ampio spettro e non semplici soluzioni al 3-5 % di ipoclorito di sodio (varechina).
Un esempio di questi biocidi lo puoi trovare qui Biosistem Titansan oppure qui Sanosan. Anche su Amazon puoi trovare prodotti adatti.

Questi prodotti possono essere applicati con spruzzino, spugna o pennello, vanno lasciati agire almeno 12 ore, meglio 24, in modo che uccidano tutti i microorganismi presenti.

 

3. Pulizia delle pareti

pulizia-muffa

 

Una volta uccisi tutti i microorganismi e le spore che potrebbero diffondere muffe e funghi in giro per casa, possiamo pensare alla pulizia delle pareti. Nel caso siano rimaste macchie dopo la bonifica, possiamo applicare soluzioni di ipoclorito. Ricorda, la candeggina è ottima per sbiancare muffe e funghi, ma non li uccide!!! Dopo l’eventuale sbiancamento possiamo procedere alla spazzolatura e pulizia con panno umido delle pareti trattate contro le muffe.

 

4. Preparazione delle pareti, stuccatura e consolidamento

Astuccare questo punto occorre applicare un idoneo primer ed eventualmente stuccare le zone in cui è stata rimossa la vecchia pittura.

Un primer addittivato con antimuffa è il Biosistem Fissativo di Colorificio Sammarinese, ad esempio.

 

 

5. Applicazione di idonea pittura antimuffa

L’idonea pittura da applicare dipende dall’origine della formazione di muffa e funghi.

Se il problema deriva da ponti termici è consigliabile utilizzare pitture termiche. Queste pitture sono additivate con microsfere cave in vetro o ceramica che isolano le superfici riducendo i ponti termici. Sono ottime per le pareti perimetrali specialmente quelle orientate a nord ed i soffitti su cui si evidenziano i travi. Per problemi di isolamento particolarmente importanti occorrerà intervenire con sistemi più efficienti, quali i cappotti, ad esempio.
Biosistem Therm è un ottimo esempio di questo tipo di pittura. Lo puoi trovare anche su Amazon come altri validi prodotti

Se le muffe derivano da scarsa areazione una pittura additivata di antimuffa è una scelta valida. Un esempio è Biosistem Opaco.

 

Add Comment